lunedì 27 gennaio 2014

Buone nuove per le Ferrovie Locali


Per la mappa interattiva click qui
Una piccola rivoluzione purtroppo poco pubblicizzata è in corso sulle nostre amate odiate ferrovie locali. RFI ha annunciato che i treni della FL1 Fara Sabina-Fiumicino torneranno a fermare ai binari "bassi" (1-5) di Roma Tiburtina, ripristinati dopo l'incendio alla sala di controllo di qualche anno fa, invece che agli scomodi 24-25 molto più distanti dall'ingresso alla metro B. Una buona notizia per i tanti pendolari dunque ma non è l'unica. Nella nota si legge anche:
La riorganizzazione del traffico permetterà la fermata dei treni regionali della linea FL1 Orte - Fiumicino Aeroporto ai binari 1 e 5, meglio collegati con la metropolitana linea B e il prolungamento del capolinea dei treni regionali della linea FL3 Roma - Viterbo che oggi terminano la corsa a Roma Ostiense. Inoltre, la specializzazione dei binari dedicati ai treni merci, eviterà interferenze con il traffico viaggiatori. 
I pendolari del capoluogo della Tuscia potranno quindi raggiungere l'AV o la FL2 a Tiburtina oppure prendere la MA a Tuscolana o (tra pochi anni speriamo) la MC a Pigneto raggiungendo la periferia est senza intasare le metro nei loro tratti centrali. I vantaggi però saranno anche e soprattutto per i romani che avranno in pratica a disposizione una nuova metropolitana. Il sogno dell'anello ferroviario si fa più vicino con questo semi anello che va da Tiburtina a Valle Aurelia, le cui stazioni scambiano con i principali assi del ferro metropolitani, la A, la B, la C, la Roma-Lido, il tram 3 e 8. Con la sovrapposizione di FL1, FL3 e (parzialmente FL5) le frequenze sull'anello sud dovrebbero aumentare considerevolmente (1 treno ogni 6-7 minuti) sebbene non sappiamo se tutte le corse della FL3 termineranno a Tiburtina. Dal Casilino e dal Tuscolano si potranno raggiungere comodamente Trastevere/Marconi e Monteverde in treno con frequenze da metropolitana. Non so quando sarà attivo il nuovo prolungamento, forse bisognerà aspettare il nuovo cambio orario di trenitalia quindi qualche mese ma saluterei lo stesso con entusiasmo questa notizia che dovrebbe essere sponsorizzata molto di più dalle amministrazioni comunale e regionale facendo passare il messaggio che le ferrovie urbane possono avere pari dignità rispetto alle metropolitane, fornendo collegamenti tangenziali rapidi, e magari sperabilmente migliorandone l'accessibilità (vedi il suk della stazione Ostiense o la mancata costruzione di Pigneto FS).


5 commenti:

  1. mi sembra davvero una bella notizia!

    RispondiElimina
  2. Ma ci sono notizie anche della stazione Zama ( scambio con grosso caplonea bus e parcheggio, nel cuore dell'Appio Latino) che vedo sulla mappa? ltrimenti continueremo ad essere malcollegati qui, con la beffa del treno che sega il quartiere senza poterlo prendere continuamente, ed un ingiustificabile buco di km tra Tuscolana e Ostiense.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi accodo alla domanda...si sa niente di Zama?

      Elimina
  3. Roma ha mille scuse, e mentre la rete è piccola, ci potrebbe essere un grande piano ferroviario per questa città. Se avrebbero riaprire l'Anello, e insieme a Metro C, collegare Flaminio e San Paolo, il resto potrebbe essere gestito con un migliore sistema di tram - come uno che controlla effettivamente il diritto di precedenza agli incroci.

    Queste cose non sono impossibili. La maggior parte del lavoro è fatto, si tratta solo di finire ciò che resta.

    RispondiElimina
  4. Ciao, ma per pigneto e fs non c'èxpiù speranza? Io ci sonto ancora!

    RispondiElimina